1

App Store Play Store Huawei Store

Omegna lago draghi

OMEGNA- 20-09-2021-- Calato il sipario sulla quarta edizione dell’evento Lago dei Draghi è ora tempo di bilanci e i dati delle prenotazioni raccontano di un nuovo grande successo.

Per tre giorni (11,12 e 18 settembre) Omegna ha ospitato questa manifestazione che, sulla scia delle passate edizioni, anche in questo 2021 -tra conferme e novità- ha entusiasmato moltissime persone raccogliendo grandi consensi.

“Nei tre giorni Lago dei Draghi ha visto la presenza di circa 2500 persone, di cui circa 800 bambini. Esaurite le prime due date (11-12 settembre) è stata aggiunta anche una terza data, sabato 18 settembre, con un motoscafo e la possibilità di visitare anche solo l'esposizione "terrestre" dei Draghi (al Forum, in un percorso allestito con diorami, rocce, fumo ed effetti luminosi) e partecipare alle varie attività - specifica l’ideatore Antonio Longo Dorni - Quest'anno è aumentata anche la presenza di visitatori della zona, dalla provincia del VCO e Novara, che hanno rappresentato circa il 20% delle presenze, mentre l'80% proviene per lo più dalle aree metropolitane di Lombardia (in particolare Milano, Bergamo e Brescia) e Piemonte (Torino). Ci sono state presenze anche dall'Emilia, dal Veneto e diversi visitatori dalla Liguria: i visitatori più lontani hanno soggiornato nelle strutture ricettive del Lago d'Orta, hanno abbinato la visita a Omegna con la visita a Orta e sul lago Maggiore.”

La possibilità di incontrare da vicino draghi e le sirene, gli esperimenti, le attività di ricerca archeologica, gli alberi parlanti, le illusioni ottiche, la realtà aumentata e la mostra sulla storia dei draghi hanno rappresentato il mix perfetto che ha fatto incontrare fantasia, creatività, cultura e spirito d’avventura per un’esperienza unica di divertimento intelligente.

I draghi animatronici quest’anno si sono spostati in un percorso allestito presso il Forum per consentire ai visitatori di vederli da vicino e toccarli, mentre sul lago sono comparse delle vere sirene che dalle sponde del lago hanno raggiunto a nuoto -con code pesanti 9 kg, specificano gli organizzatori-  i motoscafi con i visitatori e hanno consegnato ai bambini un omaggio.

I viaggi in motoscafo sono stati arricchiti da diversi momenti culturali alcuni ispirati al racconto di Gianni Rodari "Il ragioniere pesce del Cusio", altri dedicati alla storia del lago d’Orta e alla presenza dei draghi e anche all’importante “operazione liming” che tra il 1989 e il 1990 riportò il lago a condizioni chimiche favorevoli alla vita dopo un lungo periodo durante il quale era divenuto tossico ed inospitale per la vita.

"Siamo felici per il successo della manifestazione   e per la collaborazione con l'amministrazione comunale di Omegna, il Forum e la ludoteca: in un momento delicato come l'attuale stiamo ricevendo molte richieste per supportare realtà pubbliche e private nell'organizzazione di eventi capaci di attrarre nuovi visitatori, nel rispetto delle norme sanitarie - è il commento conclusivo del responsabile dell'organizzazione, Antonio Longo Dorni -  Mettiamo a disposizione del territorio 12 anni di esperienza, attrezzature, strutture, sistemi di comunicazione e prenotazione on line, che garantiscono sicurezza e successo agli eventi, con un bacino di oltre 50 mila famiglie fidelizzate".

r.a.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.